Presentazioni

Festival della Lentezza: presentazione di Appenninia

Postato il

Festival della Lentezza 2015. Presentazione di AppenniniaSabato 13 giugno, alle 16:30, alla Reggia di Colorno (PR) avrò il piacere di presentare Appenninia al Festival della Lentezza. Saranno con me Sonia Chellini (Vicepresidente di Slow Food) e Maurizio Capelli (Segretario generale dell’Associazione Borghi Autentici d’Italia). Assieme a loro potremo ragionare non solo di un libro, ma soprattutto di aree interne del Paese. Di come sia possibile (ammesso che lo sia) inventarsi una contemporaneità per la spina dorsale dell’Italia. Credo che troppo spesso si pensi all’Appennino come culla di tradizioni, come pantheon delle nostre radici, come luogo da salvare da un presente divoratore. Se ne parla, a volte, come di un panda in riserva. Sogno un Appennino che non debba necessariamente rendere omaggio alla propria storia, che guardi avanti e si faccia luogo di innovazione e sperimentazione.

Il Festival della lentezza

Le immagini della presentazione di Formigine

Postato il

15 nov. 2014. Presentazione Appenninia Biblioteca Comunale di Formigine

Questo slideshow richiede JavaScript.

Appenninia arriva in Emilia

Postato il Aggiornato il

Immagine presentazione Appenninia presso Biblioteca Comunale di Formigine

Sabato 15 novembre 2014, ore 18, presso la Biblioteca Comunale di Formigine (MO), presentazione di Appenninia, nell’ambito della rassegna del Comune di Formigine “Storie di montagna“. Sarà la prima presentazione in  Emilia.

Con me ci saranno:

– Cristina Leonardi (letture)

– Pier Luigi Baracchi (accompagnamento a dobro e chitarra)

Scarica l’invito

Ven. 24 ottobre 2014: Appenninia al Salone internazionale del gusto

Postato il Aggiornato il

Salone del Gusto di Torino 2014
Salone del Gusto di Torino 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

Il prossimo 24 ottobre 2014 parteciperò, in qualità di relatore, alla conferenza “Dagli Appennini alle Alpi: la montagna racconta e tesse i futuro”, nell’ambito del Salone internazionale del gusto e Terra Madre, promosso da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino.  Si tratta di un grande onore, soprattutto perché le occasioni per parlare di montagna, e di Appennino in particolare, sono poche. Troppo poche. Perché l’Appennino continua a confermarsi montagna inesistente. Buona per qualche gita domenicale, ma esclusa da qualsiasi dibattito e azioni per promuoverne il futuro economico e culturale. Quella di Torino mi pare un’ottima occasione per togliere un po’ di polvere dagli scaffali e ritornare a coniugare qualche verbo al futuro per la nostra Montagna Ventrale. Quello che, in fondo, ho provato a fare anche con Appenninia

Per chiunque voglia esserci, l’appuntamento è a Torino, Lingotto Fiere, Sala Blu, ore 12 di venerdì 24 ottobre 2014.

Il programma della conferenza invece è questo.

Presentazione a Castel di Sangro: qualche foto

Postato il

Con la Neo Edizioni si gioca sempre in casa a Castel di Sangro. Una gran bella presentazione, impreziosita dalla presenza del Prof. Francesco Sabatini, Presidente Emerito dell’Accademia della Crusca

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Chiauci e Scontrone. Perché si scrive un libro

Postato il Aggiornato il

Sono tanti i motivi per cui si scrive un libro. Perché si ha qualcosa da raccontare, certo. Per evadere da una routine che talvolta non è solo opprimente ma ti sembra inutile. Per smuovere qualche coscienza. Per narcisismo, per idealismo, per egoismo. Per l’effimera speranza di lasciare qualcosa di sé a chi verrà dopo.

Ma un libro si scrive anche per passare pomeriggi e serate come quelle di ieri a Scontrone e Chiauci, dove una presentazione si trasforma in un pretesto per incontrare cari amici, per condividere battaglie, amarezze e sogni. Per ragionare di piani B. Per tirare tardissimo e schioccare chiacchiere come popcorn sotto la luna avventuriera di un borgo immobile.

Ecco, io scrivo per questo.

Questo slideshow richiede JavaScript.