Chiauci e Scontrone. Perché si scrive un libro

Postato il Aggiornato il

Sono tanti i motivi per cui si scrive un libro. Perché si ha qualcosa da raccontare, certo. Per evadere da una routine che talvolta non è solo opprimente ma ti sembra inutile. Per smuovere qualche coscienza. Per narcisismo, per idealismo, per egoismo. Per l’effimera speranza di lasciare qualcosa di sé a chi verrà dopo.

Ma un libro si scrive anche per passare pomeriggi e serate come quelle di ieri a Scontrone e Chiauci, dove una presentazione si trasforma in un pretesto per incontrare cari amici, per condividere battaglie, amarezze e sogni. Per ragionare di piani B. Per tirare tardissimo e schioccare chiacchiere come popcorn sotto la luna avventuriera di un borgo immobile.

Ecco, io scrivo per questo.

Questa presentazione richiede JavaScript.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...